Come scegliere i tasselli

Se hai bisogno di agganciare al muro una mensola, un quadro, una libreria ecc. Avrai certamente bisogno di:

Tasselli

Prima di addentrarci in quest’argomento di notevoli dimensioni sia per quantità di nozioni sia per la vastità degli articoli che comprende, diamo immediatamente tre definizioni di base che hanno lo scopo di spiegare a chiunque anche a un bimbo cosa sono i tasselli.

Cos’è un tassello?

Il tassello (comunemente conosciuto come stop oppure come Fisher) è un sistema di fissaggio a muro utilizzato negli edifici, progettato per consentire una maggiore aderenza delle viti all’interno delle pareti.(Wikipedia).

Tasselli di varie dimensioni 

Come scegliere i tasselli-falegnamepadova.altervista.org

Dove posso acquistare i tasselli?

Nelle migliori ferramente e nei centri fai-da-te. Scegli sempre tasselli di qualità. Ci sono varie marche tra le migliori Fischer marchio storico di Padova. Anche Friulsider è buona. E’ cosa fondamentale, che siano prodotti di qualità e non di concorrenza (ci sono diverse imitazioni d’ importazione a basso costo) dove risparmi denaro nell’acquisto, ma perdi più tempo nell’applicazione e non danno mai garanzia di ottima tenuta.

Quali attrezzature mi servono?

Ti serve una scala della giusta altezza, un trapano con percussore, punta da muro del diametro necessario al tassello che dovrai inserire martello e pinza. Inoltre ti servirà un metro, matita una bolla o livella. Altra dotazione che è preferibile avere, anche se potresti fare ugualmente. Tappi antirumore (il rumore del trapano percussore può danneggiare l’udito) mascherina per la polvere, occhiali protettivi. Ora che hai le definizioni di base procediamo.

Quale tassello scelgo?

Per capire quali acquistare devi in sintesi fare queste valutazioni: la prima è capire la conformazione del muro.

  • Di che materiale è fatta la parete da forare?
  • Che cosa devo appendere? Dimensioni)
  • Che peso ha?

Partiamo dal primo punto. Si potrebbe fare un foro, vedere la polvere che esce, e secondo questa decidere. Il calcestruzzo ha polvere grigia e grossa, inoltre la penetrazione della punta è più difficoltosa. La muratura invece, sia piena o di mattoni forati, ha una polvere rossa. I pannelli di cartongesso producono polvere bianca sottile anche irritante.  Partendo dal presupposto che tu non voglia fare un foro di prova, potresti procedere in questo sistema, usando un martello di gomma, battendo sulla parete e ascoltando il suono che produce.

  • Calcestruzzo: rumore sordo e rigido
  • Muratura: il rumore sarà più soffice
  • Pannelli: suono vuoto

Se con questi metodi non si riesce a capire qual è il tipo di materiale e devi acquistare un certo numero di tasselli, potresti togliere una presa elettrica (dopo avere staccato l’interruttore ovviamente!) e da lì hai modo con certezza di vedere la tipologia di materiale.

Ora passiamo al secondo e non meno importante passo: cosa devo appendere e che dimensioni ha? E’ il momento di individuare il tassello più adatto. Dobbiamo prendere in considerazione il peso dell’oggetto e se questo sarà “appeso” o “fissato”. Qual è la differenza? Un pensile cucina sarà “appeso” un quadro sarà appeso, mentre un cancello o una staffa a muro saranno “fissati”. Ricorda che più pesa l’oggetto da attaccare, più aumenterà il diametro del tassello. Se devi procedere e hai dei dubbi, puoi contattarci inviando una email.In sintesi:

  • Qual è il supporto? (muro, cemento, cartongesso)
  • Che cosa devo appendere? (pensile, quadro, lampadario, mensola)
  • Quale tassello? ( in base al peso scelgo il diametro, tipo di gancio, se normali o chimici)

L’argomento è davvero vasto e ci sono molte variabili e situazioni. Se quest’articolo ti è stato utile, lascia un commento, grazie ciao!

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *